440RD

VITI TRILOBATE TESTA CILINDRICA IMPRONTA CROCE PHILIPS CON RONDELLA PRE-ASSEMBLATA
La vite trilobata autoformante è un vite a sezione triangolare con filettatura metrica adatta per avvitamenti diretti in fori ciechi o passanti. La sua principale caratteristica consiste nell’evitare la fase di filettatura in manufatti di acciaio  e leghe leggere. Questa vite in fase di avvitamento forma plasticamente, cioè per deformazione del materiale, la filettatura creando così un accoppiamento privo di gioco tra vite e madrevite garantendo quindi un fissaggio ottimale con elevata resistenza allo strappo e allo svitamento dovuto alle vibrazioni di utilizzo. La creazione del filetto in questa condizione evita la formazione di trucioli, caratteristica particolarmente richiesta da parecchie normative inerenti alle filettature su fori ciechi. Indipendentemente dalla lunghezza della vite l’efficienza di tale filetto si esprime nei soli primi 20/25mm a partire dalla punta. L’eventuale presenza di una filettatura di lunghezza maggiore è ininfluente sulla capacità di tenuta della vite. Si deve prestare la massima attenzione alle forature o alle spine di pressofusione che si utilizzeranno per la creazione dei fori: un foro errato anche si soli cinque centesimi può in alcuni casi modificare radicalmente la tenuta della vite. Va altresì detto che non tutte le tabelle in circolazione sono corrette per l’utilizzo delle viti in questione; questa situazione si è venuta a creare a seguito del raggruppamento normativo di svariate tipologie di viti autoformanti che presentavano però caratteristiche differenti e pertanto differenti fori di utilizzo. Dalla nostra lunga e affermata esperienza tecnica possiamo sostenere che il foro adeguato a qualsiasi tipologia di utilizzo è di quattro o cinque decimi massimo inferiore al diametro nominale della vite; in caso di pressofusioni va calcolata una conicità massima di un grado. Conicità differenti possono creare problematiche in fase di serraggi particolarmente gravosi, in quanto interferiscono con la normativa della vite: essa può infatti arrivare ad avere una parte di formatura di quattro volte il proprio passo. Le nostre viti trilobate, oltre al trattamento galvanico secondo normativa RoHs, sono sottoposte ad un trattamento di lubrificazione, necessario a ridurre lo sforzo di avvitamento del 30%.

Può capitare di trovarsi davanti a normative che richiedono una vera e propria rondella anti svitamento sottotesta, sia essa dentellata o ondulata.

Su questa vite la zigrinatura non migliora la tenuta allo svitamento in quanto, come già indicato, l'assenza di gioco tra vite e madrevite dovuta ad una formatura tecnicamente esente da giochi crea un'azione bloccante. La zigrinatura sottotesta ha comunque due funzioni ben distinte. Una volta serrata la vite, la dentellatura fa sì che la coppia di svitamento impiegata sia maggiore, rendendo di fatto il fissaggio più stabile in tutte quelle applicazioni che durante il loro utilizzo sono sottoposte a movimenti e/o vibrazioni. In campo elettrico, invece, la dentellatura raschia la superficie del metallo creando di fatto la connettività con il materiale ove sia richiesta la messa a terra.
C’è tuttavia da tenere in considerazione che la dentellatura non potrà mai sostituire per qualità il serraggio di una vite con la rondella dentellata, di per sé molto più performante.

La vite si misura dalla punta sino al sottotesta, compresa la rondella preassemblata.
Codice Descrizione Disponibilità Certificazioni Richiedi offerta
440RD.0406137AZN VITI TRILOBATE M4X 6 TC+ C/ROND.IMPERD. 137A OND. ZINC.Cr.3 213000.0
440RD.0408137AZN VITI TRILOBATE M4X 8 TC+ C/ROND.IMPERD. 137A OND. ZINC.Cr.3 0.0
440RD.04086798ZN VITI TRILOBATE M4X 8 TC+ C/ROND.IMPERD. 6798 D/ES. ZINC.Cr.3 0.0
440RD.0410137AZN VITI TRILOBATE M4X10 TC+ C/ROND.IMPERD. 137A OND. ZINC.Cr.3 185340.0